mercoledì 6 febbraio 2019

Some Boys di Patty Blount | Recensione

Buongiorno booklovers!
La recensione di oggi riguarda un libro inedito che è uscito nel 2014, che ho comprato nel 2016 e... che ho letto solo adesso! E mi maledico pure per averlo lasciato li ad aspettare, non solo perchè mi sono accorta che il libro ha iniziato a invecchiare (eh già... le pagine si stanno leggermente ingiallendo, piango) ma anche perchè Some Boys mi è piaciuto tantissimo! Se a questo punto state per chiudere la pagina perchè non sapete di cosa sto parlando... non fatelo! Leggete la recensione perchè questo libro tratta un tema molto importante.


SOME BOYS
PATTY BLOUNT

Editore: Sourcebooks Fire
Pagine: 339
Genere: Young Adult


Some boys go too far. Some boys will break your heart. But one boy can make you whole.

When Grace meets Ian she's afraid. Afraid he'll reject her like the rest of the school, like her own family. After she accuses the town golden boy of rape, everyone turns against Grace. They call her a slut and a liar. But...Ian doesn't. He's funny and kind with secrets of his own.

But how do you trust the best friend of the boy who raped you? How do you believe in love?






La vita di Grace diventa un'incubo quando accusa Zac di stupro. Lui è il ragazzo d'oro della città, non farebbe mai una cosa del genere... E poi Grace non l'ha mai rifiutato quindi è ovvio che la bugiarda sia lei.
Ma Grace ha detto no... solo che Zac non l'ha ascoltata. E adesso tutta la scuola le da della puttana, gli amici le hanno voltato le spalle, il padre la reputa responsabile...
E' abbandonata da tutti, ma questo non l'ha fermata e io ho amato Grace per questo. Dall'inizio alla fine era un applauso continuo per lei che non è stata zitta, che è andata avanti a testa alta anche quando tutti la deridevano, che non ha cambiato versione e non ha mai fatto un passo in dietro.
Fin dalle prime pagine si percepisce subito l'infelicità di Grace, e la tristezza che nasconde sotto la sua armatura da dura perchè si rifiuta di mostrare la sua paura a Zac, non vuole dargli questa soddisfazione.

“Giving up is easy, not right. If doing the right thing were easy, nobody would ever do stuff they know is wrong, like rape an unconscious girl who already said no.”

I personaggi sono tutti ben caratterizzati e Ian (l'amico di Zac) in particolare ha un bel percorso di crescita ma nonostante questo io l'avrei preso a pugni, schiaffi, sprangate nei denti e calci in culo perchè se ne usciva con dei pensieri allucinanti del tipo "se è accaduto in un bosco e nessuno ha visto niente... è davvero accaduto?" MA STIAMO SCHERZANDO? Hai davvero bisogno di una prova per credere a Grace? Non ti basta vedere l'orrore sul suo viso per capirlo?

Il romanzo da tanti spunti di riflessione, si concentra su molti temi come ad esempio il modo in cui i ragazzi si approcciano alle ragazze nel periodo dell'adolescenza, il vizio di dare la colpa alla vittima perchè era ubriaca, perchè era vestita\truccata in un certo modo o ha fatto determinate cose... Io devo stare attenta a quello che dico perchè può essere frainteso, a come mi vesto perchè posso mandare segnali sbagliati. Vi sembra giusto? "eh ma se ti vesti così è ovvio che vuoi farti notare" ma come dice Grace voler farsi notare non è un'invito per i ragazzi a fare quello che gli pare di me.

Non ho dato punteggio pieno perchè alcune cose non mi sono andate giù tra cui Ian
(vedi paragrafo sopra) e peggio ancora il fatto che gli insegnanti e il preside trattino Grace come se fosse un'appestata, nessuno la aiuta e loro, essendo gli adulti, sono i primi che avrebbero dovuto tendere la mano verso di lei.



I didn't break.



Consiglio caldamente questo libro, dategli un'opportunità e non ve ne pentirete.

5 commenti:

  1. e Ian (l'amico di Zac) in particolare ha un bel percorso di crescita ma nonostante questo io l'avrei preso a pugni, schiaffi, sprangate nei denti e calci in culo - AMEN TO THAT!
    Condivido ogni singola parola: Grace l'ho amata, Ian l'avrei preso a badilate e pure io non ho dato il punteggio pieno per gli stessi motivi.
    Ne ho già un altro dell'autrice in TBR sullo stesso argomento - e quello credo che farà inacidire il sangue ancora di più.
    Comunque sono davvero contenta che ti sia piaciuto - e hai condensato perfettamente il tutto, mica come me che ho scritto due papiri. xD

    RispondiElimina
  2. Jess smettila. Io non posso aggiungere libri.

    RispondiElimina

Grazie per aver commentato! You make me sooo happy ♥