mercoledì 21 ottobre 2015

Principe azzurro per un giorno di Kasie West | Recensione

Buon pomeriggio lettori.
Oggi vi lascio la recensione di un libro che mi ha piacevolmente sorpresa.
Avevo in mente di leggerlo in lingua ma poi hanno deciso di tradurlo e portarlo da noi e quando l'ho adocchiato in biblioteca l'ho preso al volo...


Principe azzurro per un giorno
di Kasie West
Prezzo: 17,00 € 


La sera del ballo di fine anno, quando sta per entrare con il suo ragazzo e presentarlo finalmente ai suoi amici, Mia litiga con Bradley, che se ne va e la lascia sola nel parcheggio. La serata, però, è troppo importante per lei: è candidata a essere eletta reginetta della scuola, ma soprattutto deve dimostrare a tutti che Bradley esiste veramente. La sua amica Jules, infatti, la accusa di essere una bugiarda e di aver mentito sulla sua storia. Così Mia chiede a un ragazzo fermo in auto nel parcheggio di farle da cavaliere per la serata, fingendosi Bradley. L'esito di quella scelta avrà risvolti imprevedibili per Mia, che dovrà districarsi tra bugie e finti appuntamenti in un viaggio alla scoperta dell'amore e di se stessa.


RECENSIONE

Mia Montgomery è la classica ragazza con una vita felice, quella che ha tutto insomma. E' popolare, è la presidentessa del comitato studentesco, ha delle amiche e un ragazzo, ha buoni voti e una borsa di studio che gli permetterà di frequentare l'UCLA, per finire è nella lista delle possibili reginette per il ballo di fine anno! Mica male la sua vita eh...
Mia attende con impazienza la sera del ballo di fine anno, la sera in cui farà conoscere alle sue amiche Bradley, il suo ragazzo. Lui frequenta la UCLA e non potendosi vedere tutti i giorni i due hanno una sorta di relazione a distanza che ha portato le amiche di Mia, in particolare Jules, a credere che questo ragazzo non esista. Il ballo sarà la serata dove dimostrerà loro il contrario, peccato che... Non va affatto come aveva sperato.
Poco prima di entrare al ballo infatti, Mia viene letteralmente scaricata da Bradley nel parcheggio della scuola, si rifiuta però di darla vinta a Jules entrando da sola...
La fortuna sembra aver baciato Mia perchè in quel momento vede un ragazzo seduto in un auto così gli chiede, anzi lo implora, di aiutarla fingendosi il suo ragazzo.
Tutto ciò avrebbe dovuto finire in quella serata: far vedere a tutti che Bradley esisteva e poi farsi lasciare dal finto Bradley ma anche stavolta le cose non vanno come Mia aveva sperato perchè il giorno dopo la ragazza non riesce a non pensare a quel ragazzo che è stato il suo cavaliere per una sera...

Quando ho iniziato questo libro non avevo aspettative alte ma cavolo gente è stata una sorpresa bellissima! A un certo punto mi sono addirittura ritrovata con gli occhi lucidi perchè sono emotiva avevo davanti uno di quei libri che contengono quelli frasi che sembrano parlare di te...

Inanzitutto mi è piaciuto tantissimo il cambiamento di Mia. All'inizio è una ragazza un po' superficiale che passava un sacco di tempo sui social network e che non si rendeva conto di essere così. 
Dopo aver conosciuto il finto Bradley (di cui non vi svelerò il nome perchè anch'io ho divuto aspettare un paio di capitoli per scoprirlo) qualcosa in lei cambia, inizia a guardare se stessa, le sue amicizie e la sua famiglia in modo diverso...
«Mi importava molto di quello che gli altri pensavano di me. Era vero che cancellavo le foto e i post che non rucevevano abbastanza like. Misuravo il mio valore proprio in quel modo. Probabilmente ero la persona più superficiale del mondo, e lo stavo scoprendo solo adesso.»

Mia

Grazie al finto Bradley e a sua sorella Bec (il mio personaggio preferito) Mia fa un vero e proprio cammino interiore, scopre se stessa, come vuole essere e cosa vuole diventare...
Tra le cose che ho odiato c'è principalmente Jules, seriamente avrei voluto schiaffeggiare quella ragazza, ma forte anche! Per non parlare della famiglia di Mia e di suo fratello, sono rimasta un po' sconcertata da queste dinamiche famigliari...

Penso che il titolo sia un po' fuorviante, fa sembrare il contenuto del romanzo una storiella rosa adolescenziale, invece io l'ho trovata una bella storia adolescenziale si, ma c'è molto di più di questo. Ci sono degli spunti di riflessione e contiene un bel messaggio, adatto soprattutto a chi sta crescendo...

«Non fa parte dell'essere adolescenti? Scoprire chi siamo. Chi vogliamo essere.»

Valutazione:


Curiosità: Nella versione originale, The Fill-In boyfriend, la protagonista si chiama Giaio mi chiedo che motivo c'era di cambiare il nome nella versione italiana. Effettivamente Mia è più carino da sentire ma si poteva benissimo tenere Gia, se fossi la scrittrice mi sarei un pelo incavolata (ma questo è solo il mio pensiero)...

6 commenti:

  1. Ciao Jè, devo dire che mi aspettavo tutt'altro da questo libro invece io ammetto di apprezzare i libri che hanno un percorso interiore piuttosto che l'amore burrascoso tra i due protagonisti! Ci farò sicuramente un pensierino <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io me lo aspettavo diverso e invece è stata una bella sorpresa :)

      oddio adoro quando scrivono Jè con l'accento *_*

      Elimina
  2. Sono a metà e già mi piace tantissimo *w*
    Sai che non sapevo del nome? Come sempre le nostre case editrici sono le migliori ._.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho scoperto leggendo la trama del libro originale su goodreads, valle tu a capire le nostre ce..

      Elimina
  3. Mi ispira!!! Sono un po' insofferente alle commedie romantiche, ma devo dire la verità, questo mi intriga abbastanza! Se lo becco in giro gli darò una possibilità! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, secondo me dovresti proprio dargli una possibilità :)

      Elimina

Grazie per aver commentato! You make me sooo happy ♥