lunedì 21 maggio 2018

The Pawn di Skye Warren | Recensione

Ehi ehi booklovers!
No non sono morta. E' solo che ultimamente non ho nulla da pubblicare sul blog perciò l'ho messo un po da parte ma dopo due settimane torno col botto: ossia con una recensione negativa! E dico col botto perchè sapete che quando scrivo le rece negative mi lascio un po trasportare... Difatti vi informo che sono presenti spoiler!


THE PAWN
SKYE WARREN

Editore: Autopubblicato
Pagine: 314
Genere: Dark Contemporary
Serie: Endgame Series #1

  

Il prezzo da pagare per sopravvivere ...
Gabriel Miller è entrato nella mia vita come una tempesta. Ha distrutto mio padre con fredda punizione, lasciandolo senza un soldo in un letto d'ospedale. Ho lasciato il mio college privato per badare all'unica famiglia che mi è rimasta.
C'è un modo per salvare la nostra casa, una sola cosa di valore che mi è rimasta.
La mia verginità.

Un'asta proibita...
Gabriel appare ad ogni turno. Sembra trarre piacere nel guardarmi precipitare. Altre volte invece è l'unica gentilezza in un brutale mondo fatto di criminalità.
Tranne per il fatto che sta giocando un gioco più complesso di quanto io sappia. Ogni mossa ci unisce, ogni segreto ci allontana. E quando anche l'ultima mossa sarà giocata, solo uno di noi sarà ancora in piedi.




The Pawn è tutto fumo e niente arrosto.
Perchè da a una trama del genere ci si aspetta una bella dose di dark, cosa che in questo romanzo manca.
La ricca famiglia di Avery è caduta in disgrazia dopo che è stato reso noto il fatto che il padre derubava la gente. Adesso oltre a essere senza soldi, la figlia si deve pure occupare del padre che è ridotto uno straccio perchè chi la fa l'aspetti, ergo si sono vendicati menando il padre. Chiede aiuto a una specie di strozzino che se ne salta fuori con la storia di vendere la verginità visto che al momento è l'unica cosa che Avery può "scambiare" e già qua si capisce il livello di intelligenza della protagonista nell'accettare una cosa del genere...

Viene comprata da Gabriel che toh guarda è pure uno di quelli che è stato derubato dal padre quindi il lettore si aspetta una bella vendetta. Invece no perchè la prima sera la mette a nanna, poi la porta a teatro avvolta in un vestito costoso, giocano a scacchi, la lascia leggere nella libreria... Cattivissimo questo Gabriel!


Stai attenta. Sono più pericoloso di quanto pensi.
CEEEEEEEEERTO

Il problema principale del libro è che Avery è rincoglionita. Io ho capito che sei vergine e sei alle prime armi, ma l'autrice l'ha dipinta proprio come una stupida, non è che solo perchè non ha esperienza deve essere per forza scema. Cioè quando lui le dice che la vuole leccare lei risponde "cosa?" ma boh guarda non so, ti ha comprato per il sesso, secondo te cosa vuole leccarti? Le orecchie??? Ci dobbiamo sorbire pippe su pippe mentali del tipo "farà male? quanto farà male? proverò dolore? quanto vorrà ferirmi?" ripetute per tutto il libro perchè ragà... Il rapporto sessuale avviene all'85-90% della storia ed è tipo entrata, uscita e ciao è stato un piacere puoi anche andare. NON SO SE MI SPIEGO.

Comunque per risolvere la questione soldi bastava che Avery vendesse l'immensa casa in cui abitavano e ne prendesse una più piccola, e ho capito che ha un grande valore sentimentale ma bella stai con l'acqua alla gola, svegliati fuori.
E niente, il tutto finisce con Avery che perde lo stesso la casa (penso per mano di Gabriel, ma non ho capito bene sinceramente) quindi ha venduto la sua verginità per niente, per un totale di 314 pagine di vita sprecata (la mia ovviamente!).


I'm the pawn, and he's my triumphant captor.

Io volevo solo un normale dark romance... Perchè finsco per leggere queste coseeeeeeeee

4 commenti:

  1. Ah ah ah adoro queste tue recensioni no e decisamente penso che questo libro non faccia per me

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io adoro scriverle! Quasi quasi mi piace più scrivere quelle positive che quelle negative!

      Elimina
  2. Già nella trama quando dice che gli è rimasta solo una cosa da vendere ed è la verginità mi sono piegata in due dal ridere AHAHAHHA è così scontato e banale che non ci si poteva certo aspettare una protagonista con le palle XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si ma neanche così rincoglionita però...

      Elimina

Grazie per aver commentato! You make me sooo happy ♥