ULTIME RECENSIONI

mercoledì 3 febbraio 2016

Recensione: "Il dominio del fuoco" di Sabaa Tahir

Buongiorno a tutti!
Oggi vi parlo di un altro libro che mi ha rapito, catturato e si è aggiudicato un posticino tra i miei libri preferiti, ovviamente sto parlando de Il dominio del fuoco! Questo romanzo è stato uno dei più chiacchierati negli ultimi tempi, tanto che la Paramount Pictures ne ha acquistato i diritti cinematografici (al solo pensiero che Elias diventerà "reale" i miei ormoni già impazziscono!).
Non so se tutti lo sanno ma inizialmente questo libro era autoconclusivo, quindi io ringrazio immensamente il sole, le stelle e tutto quello che volete perché ad agosto uscirà il seguito in America (si certo, ahaha. Devo averlo ADESSO).
> A fine recensione c'è un piccolo SPOILER che ho coperto quindi se non avete letto il libro non sbirciate!



IL DOMINIO DEL FUOCO 
di Sabaa Tahir
An Ember in the Ashes #1 

Editore: Nord
Pagine: 422
Prezzo: 16,90 

C'è stato un tempo in cui la sua terra era ricca di arte e di cultura. Laia non può ricordarsene, eppure ha sentito spesso i racconti su come fosse la vita prima che l'Impero trasformasse il mondo in un luogo grigio e dominato dalla tirannia, dove la scrittura è proibita e in cui una parola di troppo può significare la morte. Laia lo sa fin troppo bene, perché i suoi genitori sono caduti vittima di quel regime oppressivo. Da allora, lei ha imparato a tenere segreto l’amore per i libri, a non protestare, a non lamentarsi. Ma la sua esistenza cambia quando suo fratello Darin viene arrestato con l’accusa di tradimento. Per lui, Laia è disposta a tutto, anche a chiedere aiuto ai ribelli, che le propongono un accordo molto pericoloso: libereranno Darin, se lei diventerà una spia infiltrata nell'Accademia, la scuola in cui vengono formati i guerrieri dell'Impero…
Da quattordici anni, Elias non conosce una realtà diversa da quella dell'Accademia. Quattordici anni di addestramento durissimo, durante i quali si è distinto per forza, coraggio e abilità. Elias è la promessa su cui l'Impero ripone le proprie speranze. Tuttavia, più aumenta la fiducia degli ufficiali nei suoi confronti, più lui vacilla, divorato dai dubbi. Vuole davvero diventare l'ingranaggio di un meccanismo spietato e senza scrupoli? Il giorno in cui conoscerà Laila, Elias troverà la risposta. E il suo destino sarà segnato.


RECENSIONE

Il dominio del fuoco è un distopico e come tale presenta i classici elementi di questo genere: abbiamo un Impero dominato dai Marziali, brutali soldati chiamati Maschere (il nome deriva dal fatto che indossano una maschera). Ci sono i Dotti, la popolazione che è stata sottomessa e che una volta era in possesso delle terre che adesso appartengono ai Marziali. E ovviamente abbiamo i ribelli, la Resistenza, che cerca di ribaltare le cose, di sconfiggere il dominio dei Marziali. I protagonisti sono Elias e Laia, due persone diverse poiché lei è una dotta che diventa una schiava e lui è un Marziale, quando si incontrano però il loro destino cambia e inevitabilmente si intreccia...
La vita è fatta di tanti momenti che non significano nulla. Poi, un giorno, capita un singolo momento che determina ogni istante che verrò dopo.

Mi sono innamorata di questo romanzo piano piano e poi tutto d'un colpo.
L'ambientazione è fantastica e presenta alcuni tratti dell'Antica Roma. Ci viene data una visuale completa dell'Accademia di Rupenera, conosciamo la città di Serra, ci viene raccontato dei Tribali, andiamo nel deserto e tutto questo è reso ancora più reale non solo dalle descrizioni ma anche dal fatto che all'interno del libro vi è la mappa dell'Impero (che andavo a sbirciare ogni volta che veniva nominata una città).
I personaggi secondari sono ben caratterizzati, così come lo sono I principali. Mi sono innamorata follemente di Elias dal primo istante. E' coraggioso, forte, protettivo e nonostante il mondo in cui è cresciuto, un mondo pieno di violenza e sangue, lui non è cattivo. L'episodio della Festa della Luna me lo ha fatto amare ancora di più, me lo sono immaginato mentre sorrideva e rideva e niente avevo gli occhi a cuoricino. E poi i suoi pensieri quando vede Laia per la prima volta... Adoro essere nella testa dei personaggi maschili! 
Con Laia invece è stato diverso. Mi è piaciuta ma all'inizio si lamentava troppo, soprattutto perché non è avvenuta subito ma gradualmente, passo dopo passo.
Per quanto riguarda gli altri personaggi, anche loro hanno lasciato il segno, chi in positivo (Helene, con cui ho avuto un rapporto altalenante) e chi in negativo (Marcus e la Comandante gli vogliamo far fuori per favore???).

Ovviamente la parte romance c'è ma non è insistente, non è presente ogni due pagine. E' leggera, quasi delicata e vi farà sclerare un sacco, oh si. E dovete sapere che c'è più di un intreccio amoroso da tener d'occhio, ma la cosa non è per nulla pesante.

In questo romanzo la scrittrice a saputo creare un mondo in cui tu stesso ti ritrovi a provare paura, coraggio, speranza, il desiderio di libertà... Ed è un mondo crudele, violento, intriso di sangue. Alle Maschere è concessa ogni cosa: picchiare, bruciare case, rendere in schiavitù un Dotto per un'infrazione di poco conto, violentare le ragazze, uccidere...
«Siamo Maschere. Il nostro destino è fatto di potere e morte e violenza. Questo è ciò che siamo.»

Ci sono tante altre cose che vorrei dire su questo libro ma rischierei di scrivere un papiro con contenuti che potrebbero aprirmi le porte per l'ospedale psichiatrico...


5 tazzine belle fumanti! Ma io ne voglio ancora!

So che già in molti hanno letto questo romanzo e vorrei sapere cosa ne pensate [ah comunque se Elias e Laia non diventano CANON faccio un macello!]. E se non l'avete letto COSA ASPETTATE???


17 commenti:

  1. tutti che ne parlano così benee *-* devo sbrigarmi a iniziarlo!! penso di leggerlo sto mese!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fallo! Sono curiosa di sapere cosa ne pensi!

      Elimina
  2. La Comandante è malvagità pura. Io Helene l'ho rivalutata moltissimo, quindi sono arrivata un punto che sono indecisa se tifare per lei o Laia >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace molto Helene però alcuni discorsi che ha fatto non mi sono andati giù tipo il fatto che loro sono Marziali ed è giusto che i Dotti siano sottomessi perchè gli hanno conquistati

      Elimina
  3. Questo libro m'ispira molto, ne parlano tutti così bene che ho sempre più voglia di leggerlo *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è un motivo se ne parlano tutti bene, fidati ;)

      Elimina
  4. Ciao Jessi! A breve mi dovrebbe arrivare questo libro tanto amato da tutti e non vedo l'ora, spero mi piacerà *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Curiosissima di scoprire cosa ne penserai :)

      Elimina
  5. Questo libro è addictive ad un livello che non si può nemmeno immaginare.
    Non so proprio cosa aspettarmi dal seguito, ma spero che sia grandioso almeno la metà del primo.
    (Lo sto attendendo con una certa ansia.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io quando ho letto che usciva ad agosto... in AMERICA ho avuto un mancamento. Dai come si fa ad aspettare! Chissà quando arriverà da noi poi

      Elimina
  6. Sono combattuta tra la voglia di iniziarlo subito e la voglia di aspettare, così non dovrò aspettare poi tropo per il seguito °-° dilemma amletico D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da una parte ti direi di iniziarlo subito, dal'altra ti direi di aspettare... Io non sono riuscita con il secondo consiglio ahaha

      Elimina
  7. Felice che ti sia piaciuto Jessica ^^ Anch'io l'ho amato moltissimo, e sto praticamente contando i giorni che mi separano dal seguito xD Quando ho poi letto che la trama in realtà doveva concludersi in un solo libro sono rimasta scioccata. L'autrice davvero pensare di terminare la storia con quel finale? D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho pensato la stessa cosa! Lode a lei che sfornerà il seguito anche se aspettarlo sarà dura...

      Elimina
  8. Mi ero persa la tua recensione *_* come sai a me è piaciuto molto. Di Elias non mi sono innamorata, però è dolcissimo e mi è piaciuto tanto. È come un protagonista di una serie tv che ami, il cui protagonista non è il tuo personaggio preferito, ma allo stesso tempo non puoi che apprezzare perché è appunto il protagonista (non c'hai capito nulla, vero? Ahahah). Per Helene stessa cosa >_> quei discorsi razzisti..mah. per non parlare della sua acidità verso Elias perché non ricambiata ._.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nono ho capito perfettamente :)
      Helena mi faceva così tenerezza proprio per il fatto che non è ricambiata :(

      Elimina
  9. Helloooo OuO
    Ma che bella recensione!
    Io ho adorato questo libro, davvero. L’ho amato con tutta me stessa. Dei protagonisti fantastici, soprattutto Elias che è adorabile, una trama avvincente coronata da una scrittura scorrevole e appassionante. Bello, bello, bello.
    Il finale leggermente sotto tono rispetto al libro, ma poco importa, in fondo.
    Sono rimasta particolarmente affascinata dal mondo delle maschere, bisogna dirlo ^^
    Se vuoi leggere il mio sclero-recensione clicca quiii c:
    Scusa per l’eventuale spam indesiderato!
    Rainy

    RispondiElimina

Grazie per aver commentato! You make me sooo happy ♥