ULTIME RECENSIONI

mercoledì 4 novembre 2015

📝Recensione Il mio cuore e altri buchi neri di Jasmine Warga


Buongiorno lettori!
Finalmente oggi riesco a pubblicare una recensione che avevo lasciato indietro. Si tratta dell'ennesimo libro uscito quest'anno sul tema del suicidio, eh si pare proprio che in questo 2015 ci sia stato il boom...





Il mio cuore e altri buchi neri
di Jasmine Warga

Editore: Mondadori
Pagine: 279
Prezzo: 17,00 € 

Aysel ha 16 anni e una passione per la scienza. Ha anche una madre imbarazzante, un padre instabile e amici inesistenti: come non sentirsi un buco nero nell'universo? Vorrebbe farla finita, ma non ne ha il coraggio. Si iscrive così a un sito per trovare un compagno di "suicidio": Roman è il prescelto. Anche lui vuole fuggire, nel modo più estremo, da un segreto che nasconde da anni... eppure la vita può essere leggera e dolce e piena, ma a rendersene conto è solo uno dei due. Quando due galassie si scontrano per poi fondersi, anche i loro buchi neri centrali sono destinati a unirsi. Prima, però, danno vita a una danza vorticosa e pericolosa. Come l'amore.


RECENSIONE

Da quando il padre di Aysel si è macchiato di un orrendo crimine dentro questa ragazza si è formato un tarlo nero pronto a divorare tutto: la felicità, le emozioni, i sentimenti. E' un tarlo che non lascia più nulla in lei.
Aysel non trova un motivo per cui dovrebbe continuare a vivere e decide di farla finita, solo che non è del tutto sicura di farcela da sola così si iscrive a “Dipartite serene” un sito per persone che voglio suicidarsi. Al'interno del sito c'è una sezione dedicata ai compagni di suicidio, per quelle persone che... Non riescono a fare il grande passo da soli. E' così che trova Roman. Il suo compagno di suicidio.

Il punto è che temo che il mio istinto di sopravvivenza abbia la meglio. E' come se la mia mente depressa e il mio corpo pieno di vita fossero in continuo contrasto tra loro. Ho paura che all'ultimo il corpo riesca a spuntarla, mosso da qualche reazione istintiva, e a quel punto avrò fallito.


Anche Roman vuole farla finita e sa già il giorno in cui vuole morire.
Il 7 aprile. Perchè un anno fa, in quella stessa data, la sua vita è cambiata e ora non gli resta altro che il senso di colpa.
Quando i due ragazzi si incontrano Aysel rimane stupita da Roman: è popolare, è bravo a basket, insomma non è uno sfigato depresso quindi perchè vuole morire? Più Aysel lo conosce più capisce il motivo del suo malessere e lo stesso vale per Roman. Entrambi si capiscono a vicenda e questo li rende la perfetta coppia di compagni per il suicidio, ma poi qualcosa cambia...

Il messaggio di questo libro è davvero bello, soprattutto per il tema affrontato. E' un messaggio di speranza, di vita, di guarigione.
Però c'è un ma...
So che potrei andare incontro alla lapidazione dicendolo ma il fatto è questo: il libro non mi ha lasciato nulla. E' brutto da dire perchè il tema del suicidio non è un tema facile; okay non mi ha lasciato indifferente però non è neanche stato eccezionale e toccante come credevo. La stessa cosa è successa con Raccontami di un giorno perfetto e Senza Nuvole quindi mi viene da pensare che il problema sia proprio il tema che non riesce a colpirmi come vorrei. Per questo motivo ho deciso che per un po' è meglio tenermi alla larga da questa tematica...
Oltrettutto durante i primi capitoli sono stata assalita da un senso di tristezza che mi ha resa un po' triste a mia volta...

«Perchè so che ci sono ancora un sacco di cose belle che ti aspettano la fuori. Da scoprire e da sperimentare. E te lo meriti. Magari pensi di no, ma è così. Sono qui per dirti che te lo meriti.»


Valutazione: 
E voi avete letto questo libro? Se si, come vi è sembrato?

10 commenti:

  1. Ne ho sentito parlare molto bene e molto male. Una cara amica me lo ha vivamente sconsigliato, quindi per il momento non penso che lo prenderò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me aveva attirato la trama e so che molta gente ha amato questo libro.
      Io mi sa che ho chiuso con i libri sul suicidio u.u

      Elimina
  2. Non mi è piaciuto come è stata gestita la storia, specialmente la figura di lei. A differenza del ragazzo, la sua trasformazione l'ho trovata parecchio frettolosa, quando, per una persona che ha un problema del genere servono mesi, se non anni, per riuscire a vedere la luce al di fuori di un tunnel. La depressione è una malattia seria, e in questo contesto l'ho trovata spicciola, affrontata in maniera superficiale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ho trovato il cambiamento di lei troppo affrettato, come se si fosse svegliata un giorno e di punto in bianco "oh... Non sono più depressa. Yuppy Yeee"

      Elimina
    2. Si! Bene o male il libro è finito così: "Sono innamorata, sono salva dalla depressione che mi sono autoimposta, ora non mi resta che indossare l'armatura, impugnare la spada e fare l'eroina salvando l'amore della mia vita!" questa è lei una volta che si è tolta i prosciutti dagli occhi .-. l'ho trovata molto irritante verso la fine, appena ho concluso il libro mi sono ringraziata per averlo preso in e-book, il cartaceo l'avrei bruciato all'istante!

      Elimina
    3. Io ho avuto la bellissima idea di prenderlo in biblioteca! Brava Jè *si da una pacca sulla spalla*

      Elimina
  3. Non ho letto questo libro, ma succede anche a me che molti libri con temi simili che dovrebbero toccare profondamente non mi emozionano per nulla. Mi è successo con molti libri di questo genere, quindi ci facciamo compagnia xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finalmente! Pensavo di essere l'unica!

      Elimina
  4. Io lo devo ancora leggere, ma essendo una lettrice molto schizzinosa e selettiva ho paura che accada esattamente la stessa cosa successa a te ç.ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari prova a prendere l'ebook o se ne hai la possibilità prendilo in biblioteca :) se ti dovesse piacere hai sempre tempo per acquistarlo cartaceo.

      Elimina

Grazie per aver commentato! You make me sooo happy ♥