venerdì 11 settembre 2015

The art of being normal di Lisa Williamson | Recensione

Buongiorno lettori!
Prima di partire vi lascio il mio pensiero su un libro che mi ha davvero stupito, non pensavo mi sarebbe piaciuto così tanto.
Il fatto  è che mi ero avvicinata a questo libro per via del titolo, insomma diciamocelo "L'arte dell'essere normale" non sembra la storia di ogni fangirl? Poi anche questa cover così semplice e carina mi aveva incuriosito e a questo punto leggere la trama era d'obbligo, poi... Beh sapete tutti come funziona...


THE ART OF BEING NORMAL
Lisa Williamson 

Editore: David Fickling Books (in Italia per HotSpot con il titolo L'arte di essere normale)
Pagine: 368 

David Piper ha quattordici anni, ed è sempre stato un emarginato. I suoi genitori sono convinti che sia gay, a scuola è vittima dei bulli. I suoi due migliori amici sono gli unici a sapere la verità: David sente di essere una ragazza. Leo Denton viene da una realtà disagiata e, al suo primo giorno alla prestigiosa scuola di Eden Park, ha un solo obiettivo: passare inosservato. Ma ben presto cominciano a circolare voci sulla sua espulsione dalla scuola precedente. E il fatto che la bella e popolarissima Alicia si innamori di lui non aiuta a tenerlo lontano dai guai... Quando Leo prende le parti di David in una lite con i bulli della scuola, nonostante le diffidenze di Leo tra i due nasce un'inaspettata amicizia. Ma le cose stanno per diventare ancora più complicate, perché alla Eden Park i segreti non rimangono tali a lungo, e presto tutti scopriranno quello che Leo sta disperatamente cercando di nascondere.






The art of being normal è la storia di due ragazzi che apparentemente non hanno nulla in comune...
David Piper ha 14 anni, vive nella classica famiglia americana felice, vorrebbe lavorare nel mondo della moda, non è portato per le materie scientifiche, gli piace disegnare e la cosa che più desidera è essere una ragazza.


I'm just a straight girl stuck in a boy's body.

Leo Danton ha 15 anni, vive in un brutto quartiere, suo padre se n'è andato molto tempo fa e sua madre ha avuto molti compagni, è bravo in matematica, adora i cani e tutti a scuola si tengono a distanza da lui. Appena arrivato alla Eden Park School infatti, hanno iniziato a girare le più fantasiose storie sul perchè Leo fosse stato espulso dalla sua precedente scuola...

Durante un episodio di bullismo nei confronti di David, Leo non riesce a stare a guardare e lo difende finendo così in detenzione scolastica per un mese. Quello che Leo non sa è che ha guadagnato un amico, perchè da quel giorno David cerca di instaurare un rapporto con quel ragazzo che sembra voler allontanare tutti.

That's the story f my life. Everything I want turns to crap. 

A poco a poco i due ragazzi si apriranno l'uno con l'altro e scopriranno di avere in comune molte più cose di quanto credevano...

Questo libro è stata una scoperta bellissima.
Transgender. Ecco di cosa parla il libro. Persone che non si sentono se stesse nel corpo in cui sono nate.
Ho trovato bellissimi i momenti in cui David spiega come si sente, lui è una ragazza intrappolata in questo corpo maschile che non riconosce, che non sente suo e tutte le volte che si guarda allo specchio vede uno sconosciuto. Per lui tutto questo non è facile perchè vorrebbe parlarne con i genitori ma ha paura di ferirli e di non essere accettato, inoltre a scuola viene preso in giro.
Ho adorato anche le parti in cui Leo descrive come si sente quando vede Alicia, la ragazza di cui si innamora, è stato carino poter essere nella testa di un ragazzo e sapere cosa pensa.
In molte occasioni volevo entrare nel libro e abbracciare i due protagonisti, dire loro che sarebbe andato tutto bene, perchè David è dolcissimo e Leo beh lui è Leo, alla fine amerete anche lui e la sua storia...

Un libro davvero bello in grado di far riflettere sulle diversità, sull'accettazione, “sull'essere normali”. Ci sono persone il cui io interiore non combacia con quello esteriore e dentro si sentono diverse perchè sono nate nel corpo sbagliato e non è anormale, è umano...


«Normal is such a stupid world. What does it even mean?»


4 commenti:

  1. Intanto parto col dire che la cover nella sua sempicità è bellissima. Già dalla cover si capisce di cosa parlerà il libro ( e dico pure alleluia, alcune sono davvero fuorvianti, tipo le nostre). Poi mi piace il fatto che sia YA, e che in tenerà età si affronta il tema del cambio di sesso, è un età traumatica quindi sarà bello scavare nei sentimenti e paure di un adolesciente! Speriamo lo pubblicano in italia, lo leggerei sicuramente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io spero che lo pubblichino in Italia perchè è un libro davvero bello, e i protagonisti seppur giovani hanno già le idee precise su chi vogliono essere.

      Elimina
  2. Non conoscevo questo libro, ma grazie a te la mia curiosità è alle stelle!
    Mi piace molto leggere in lingua, anche se richiede un po' più di tempo e uno sforzo maggiore e questo libro entra subito nella mia Wishlist!
    Spero di trovarlo facendo un giro in libreria o dici che è una mission impossible? ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho letto in ebook quindi in libreria non lo so se ci sia però ma online lo trovi sicuro, ad esempio su Book Depository :)

      Elimina

Grazie per aver commentato! You make me sooo happy ♥